Forum (fucking) way

I forum sono una trincea, l'ho sempre detto.
Facile fare i fighetti da dentro una mailing list o in un canale IRC, armati di strumenti di distruzione di massa come acronimi astrusi ("RTFM", "LOL", "AFAIK", "ASAP"...) o come le firme in caratteri ascii che terrorizzano solo a guardarle...
Facile fare uno sprint in chat e contemporaneamente dare lezioni di perl in titanpad mentre si compila un kernel con l'unghia non tagliata del pollicione sinistro...
Provate a spiegare ad un giovane ed aggressivo virgulto come quotare correttamente in phpbb3 o come inserire dentro appositi tag il codice da mostrare al mondo!
Provateci voi bellezze!

Voi che mandate in broadcast i feed, voi che aggregate i blog in planet, voi che al posto di dire "Sono d'accordo" dite "Seconded".
Ma con chi parlate? Dico davvero: a chi vi rivolgete? Cos'è il codice morse dell'epoca del bit? O un geniale metodo di selezione della specie?

Volete forti emozioni? Brividi? Adrenalina che scorre a fiumi?
Mollate emacs, vim, xmonad, i3 e tty e provate ad imbracciare gedit, writer, compiz e i plasmoidi...
Poi vedremo cosa resterà di voi!
Pavidi!!!

Vi scoccia l'idea di spiegare che man è la parolina magica che da sola può risolvere la metà dei problemi? Vi sembra troppo stupido dover ripetere milioni di volte che "apt-get update" e "apt-get upgrade" sono due cose completamente diverse?
Scommettiamo che se spiego io a voi come compilare non un kernel (vi piacerebbe...) ma un semplicissimo 730 cambiando un pannolino con un aspirapolvere in mezzo alle cosce mentre ci si sorbisce un cazziatone per non aver buttato la spazzatura stando in piedi dalle sei del mattino, a più della metà di voi viene un coccolone dopo neanche cinque minuti?
Chi è più prepotente fisicamente? Chi più pronto mentalmente fra me e voi?
Chi conduce una esistenza banale ragazzi miei? Io alla riunione di condominio e poi su un forum a chiedere l'output di ifconfig -a o voi al debconf e poi in git a uploadare patch?
Su su bellezze, venite a vedere un pò come funziona la vita reale... iscrivetevi in un forum a vostra scelta, fate il login, leggete il regolamento (burp!) e buttatevi!
Non siate timidi.

Il forum è un campo di battaglia, si lotta a colpi di baionetta, all'arma bianca e il sangue scorre a fiumi.
Mica pizza e fichi.

La differenza sostanziale con mezzi di comunicazione digitale come mailing list e chat (oltre alla scontata natura "ordinata" e rintracciabile degli argomenti discussi) risiede nella tipologia di utenza.

Una mailing list viene generalmente frequentata intensivamente da eiaculatori precoci di contenuti: ricevono ed inviano messaggi via email e amen.
One touch and go (trad. una botta e via).
Un forum è generalmente frequentato da cyber-serotonici: fanno le cose con calma, si iscrivono, cercano, modificano, ordinano, centellinano.
A loro piacciono i preliminari...

Entrambe le utenze hanno seri problemi... di relazione! :)

La chat è un mondo a parte: si fanno due chiacchere, ci si aiuta a risolvere qualche problema, si elidono le parole, si acronimizza tutto. Di solito c'è un operatore di canale che alla seconda cazzata ti sbatte fuori, pardòn ti kikka via o ti banna.
Le chat (frequentate da forumisti e mailinglisti) sono ambienti di perdizione, i coffee shop digitali.
Rimani soltanto se stai completamente zitto (ma che entri a fare?) o se non rompi i maroni o se li rompi ma sei simpatico.
In una mailing list i rompiballe (o troll) lasciano traccia, in un forum anche con la differenza però che nei forum, se si esagera davvero, si fa la stessa fine che in chat... si viene sbattuti fuori, in mailing list invece si fa carriera, si acquisisce prestigio...

Detta così sembrerebbe quasi che i listomani o i chattomani siano troppo fighi: sono rapidi, diretti, rampanti... e invece... c'è qualcosa che li atterrisce, che procura loro incubi e conati di vomito. Si tratta di una bestia oggi molto diffusa nel territorio digitale: il sotutto-pitecus.
Quando appare tutti fuggono. Tutti meno i forumisti!

È una bestia pericolosa e subdola: ti divora lentamente, neanche te ne accorgi. Ed è furbissima: sa di trovare il deserto entrando in una lista o in un canale IRC... per questo predilige come territorio di caccia un forum!

Per questo il forum non è un salottino perbene ad uso di quattro manichei snob.
È una trincea, ci si sporca le mani... ci si ferisce... si suda.

Il pitecus di cui sopra è un essere di fattezze umane ma di natura aliena.
Onnivoro di bit, torrent, muli, emmepitre, feisbuc, crack&serial, ad un certo punto della sua esistenza da parassita scopre Linux! (Senza GNU).
E impazzisce di gioia, barrisce, scalcia felice con le zampe di dietro e con quelle davanti, con quelle di sopra e con quelle di sotto...
Ha appena scoperto qualcosa di gratis, da scroccare. E nessuno gli obietterà mai niente!
Iconizza il mulo, si lancia nello scaricamento di una *ntu qualunque e prova ad installarla.
Cazzo ragazzi, ce la fa! Chi ha detto che Linux è difficile? Chi? Fuori i nomi perdiana!

Il pitecus è felice: le finestre si infiammano, i cubi ruotano... e tutto di default... senza seriali!

Lui però vuole di più: ha letto da qualche parte che *ntu ce l'hanno gli sfigati... lui vuole farsi "la mamma"... lui vuole "la Debian"! "La Debian" fa figo!!
E vai: download && installazione!

Dopo la scorpacciata iniziale il pitecus si fionda nell'esplorazione profonda del nuovo giocattolo, nel tuning più selvaggio. Ha "moddato" la sua biemmevugiessemilledue montando la terza ruota e la doccia, vuoi che non sappia "moddare" un sistema operativo?
E ovviamente comincia con qualcosa di realmente pirotecnico e tecnicamente complicato: installare frozen bubble!!!

  • dum de dum... gugle ---> frozen bubble per linux
  • dum de dum... download frozen-bubble.tar.gz (facile)
  • dum de dum... doppio click su frozen-bubble.tar.gz...
  • ucazzo dov'è che parte il setup?

Il pitecus comincia ad innervosirsi... pensa per ben tre secondi al da farsi e si iscrive ad un forum: lì devono spiegargli! O spiegazione o morte!
I bradipi forumisti gli danno il benvenuto, gli mostrano casa, dov'è il bagno, quale asciugamano utilizzare, dove riporlo.
Il piteco si eccita fisicamente. I suoi ormoni sono a palla... se ci fosse una piteca nelle vicinanze sarebbero scintille! Ma... ancora non risolve... comincia a ruggire.
I forumisti non fanno caso e lo portano in giro per il paese: quella è Piazza Swirl, lì la Banca Keyring, lì ci sono i ristoranti "Main", "Contrib" e "Non-free", bla, bla, bla.
Il piteco ribolle di rabbia: sono passati più di cinque minuti e ancora non ha risolto. Bastardi!
Si scatena: sputa, bestemmia, rompe tutto: quand'è che si può cominciare a sparare palle colorate? Qui si parla e basta!!

Decide che è arrivato il momento di far capire al mondo che lui non è un novellino. Lui "la Debian" l'ha installata! Cerca di fare capire a quei buzzurri che ci deve essere qualcosa di guasto nel tar.gz: col doppio clic non succede niente. Mica stanno parlando con l'ultimo arrivato. E poi... basta con 'ste regole, basta con 'sta storia di formulare i quesiti secondo uno schema ordinato.
Basta!
Mica è difficile da capire: il tar.gz non si installaaaa!!! E poi... ma non c'è Synaptic? Neanche da lì esce fuori "frozen-bubble"! E lo trattano da novellino... scemi! Ha installato da neanche un'ora e ha già trovato due bug. Bah, che gente.
E allora che fa? Apre una discussione per sapere come passare a sid!!! Quella è la versione con i pacchetti aggiornati!!! E ci riesce pure a trasformare il tutto in sid solo che... schermo nero e cursore lampeggiante!
Ucazzo!
Niente niente si sarà scassata la scheda video? Maledizione a questa Debian. Maledizione!
Ma lui ne sa una più del diavolo: reinstalla *ntu... Sagace il ragazzo!
Tutto funziona, anche frozen-bubble!!! Lo diceva lui che non era colpa sua: è Debian che ha problemi...
Manca un passo, uno solo al suo capolavoro: lui non si arrende, vuole la distro-dei-giic, altro che...
Il pitecus torna nel forum e apre una discussione su come trasformare una *ntu in una Debian... che ci vuole?
E così avanti per giorni, mesi, anni...

E i forumisti? Quelli placidi placidi si fanno in quattro per aiutarlo. Chissà perchè poi. Dal più scontroso al più gentile, dal più bravo al più scarso, tutti, chi più chi meno, provano a dare una mano.
Non sanno che nel frattempo gli esteti delle mailing list e dei canali IRC li guardano dall'alto, come gli dei dal monte Olimpo.
E li prendono per il culo.
E già, quanto sono coglioni 'sti forumisti a stare appresso ai pitechi... lol, asap, afaik, azz!

Come nella miglior tradizione della politica dell'orticello...
Questo fa un gran bene al movimento del Software Libero: si viaggia a compartimenti stagni, non ci si conosce, non si collabora, non si stimola in nessun modo la partecipazione. Anzi, ci si lamenta pure che la partecipazione è bassa...
E già, il piteco dovrebbe essere guidato ad apprendere i sacri testi, altro che frozen-bubble... chissà perchè però il piteco non lo vuole incontrare nessuno... solo quei minchioni negligenti, ignoranti e fancazzisti dei forumisti (che fa pure rima).
È un modo di vedere le cose interessante, non lo nego.

Quello che mantiene in vita il Software Libero è il suo spirito collaborativo, non il codice rilasciato sotto GPL.
Quello è solo poco più che un contorno.
"Collaborativo" però non si riferisce solo alla caratteristica di poterlo scrivere, debuggare e migliorare in compagnia... ma anche e soprattutto a tanto altro...
O davvero non se n'è accorto nessuno?

Se in Debian ci si può permettere il lusso di raccogliere frutti prelibati da tre rami è perchè c'è gente che sotto quei rami va con le ceste di vimini, che quei frutti dopo averli raccolti li distribuisce nei mercati rionali dove la vita pulsa davvero. Dove è necessario fermarsi anche solo per far vedere come sbucciare una pera. Per questo ci si può permettere questo lusso e non, come comunemente si pensa, perchè su quei rami ci sono quattro (per carità bravissimi) orticoltori che i frutti li coltivano e li fanno cadere...
Senza chi "raccoglie", "distribuisce" e "dimostra"... ai signori orticoltori non rimarrebbe che giocare a briscola.

Funziona così anche con i gruppi di attivismo digitale: esistono perchè c'è gente che ha voglia di associarsi, di mettersi insieme per perseguire un obiettivo comune, non perchè il pirla di turno ha fondato un movimento... Movimento de che?

Le mazzate verso questa parte di mondo digitale ultimamente stanno aumentando di numero e di intensità...
Tra Agcom, SOPA e amenità del genere cominciamo tutti a vederci spuntare grossi bernoccoli in fronte...
Non è che per caso sarebbe il caso di cominciare a pensare a strategie comunicative un filo diverse? O davvero si preferisce restarsene ognuno al sicuro dentro al proprio steccato?
I nostri cari fanta-orticoltori preferiscono continuare a suonarsela e a cantarsela fra pochi eletti come è ormai radicata abitudine e consolidata tradizione, oppure ritengono che si possa fare lo sforzo di provare a comunicare un pò più "da vicino" con chi se no è molto difficile (soprattutto oggi) che si senta stimolato a compiere un passo in avanti? Che si senta stimolato ad impegnarsi per contribuire?

Sospetto la prima che ho detto...
Ma sì... in fondo è tutta questione di oikeiosis, di istinto di conservazione: a praticare con i pitecus si finisce per puzzare... di strada.
Meglio continuare a starsene lì in cima agli alberi... a giocare a briscola... avvolti dal dolce profumo di una campagna... deserta.

FAQ it!
(si scrive così..?)



<memo>
Debian: ...more than 1,000 Debian Developers and Maintainers from all over the globe ...
people contributing with translations or bug reports ... and all those users helping others...
...
Debian Project Leader Elections 2011 - totale candidati: 1
DPN call for contributors - totale risposte: 2
Squeeze Artwork Contest - totale candidati: 4 - totale voti: 12
...
Gioco della Briscola - totale carte: 41 (aggiunto il due di picche...)
</memo>